Rassegna Stampa

   

   

   

   


   Click to see the XML version of this web page.


   

Ultimo aggiornamento: 4-04-2011; 20:55:24.
      Site  www

BIOGRAFIA



Enrico Borghi nasce il 6 agosto 1967 a Premosello Chiovenda, in provincia del Verbano Cusio Ossola.
La politica lo cattura prima di ogni altra passione e così, dopo qualche anno da “infiltrato” nei Consigli Comunali del suo paese - Vogogna - come inviato del giornale locale “Il Popolo dell’Ossola”, e dopo alcune esperienze giovanili di impegno nelle file del volontariato e del laicato cattolico, a 22 anni viene eletto consigliere di minoranza a Vogogna, comune della Val d’Ossola e antica capitale dell’Ossola Inferiore.
Nel 1993 viene eletto Presidente del Parco Naturale dell’Alpe Veglia e dell’Alpe Devero ed entra a far parte della giunta nazionale di FederParchi.

Nel 1995 lascia la carica a seguito della sua elezione a Sindaco di Vogogna, avvenuta con il 57% dei suffragi. Verrà riconfermato Sindaco alle elezioni del 13 giugno 1999 con il 73% dei voti.
Non più eleggibile a sindaco per limiti di legge, nella consiliatura 2004-2009 ha svolto in seno al Consiglio Comunale di Vogogna la funzione di capogruppo di maggioranza.
Alle elezioni comunali del 6-7 giugno 2009 è stato rieletto Sindaco di Vogogna con il 53,7% dei voti.

Nel settembre 1995 viene eletto Presidente della Comunità montana “Valle Ossola” (al tempo la più grande del Piemonte), carica che manterrà fino al novembre 1996.

Alle elezioni provinciali del 1999 è stato il candidato dell’Ulivo alla presidenza, portando il centro-sinistra ad un avvincente ballottaggio conclusosi con la vittoria per pochi voti della Casa delle Libertà.

Fino al 2003 è stato pertanto anche consigliere provinciale del Verbano Cusio Ossola, svolgendo per un anno la funzione di capogruppo del gruppo “Centro Sinistra per il VCO”, una sorta di anticipazione di “Uniti per l’Ulivo” visto che federava i gruppi Ds, Ppi e Sdi.

Lascia la carica di capogruppo nell’aprile del 2000, in quanto viene eletto Presidente dell’Uncem, l’Unione Nazionale Comuni, Comunità, Enti Montani, carica che mantiene ancora oggi essendo stato riconfermato sia dal congresso di Roma (2005) che dal congresso di Trento (2010).
Dal marzo 2011 è vicepresidente nazionale dell'Anci, su nomina di Sergio Chiamparino, con delega alle politiche per la montagna.

In campo internazionale ha acquisito notevole esperienza: è membro della Camera dei Poteri Locali del Consiglio d’Europa (per la quale svolse anche il compito di osservatore alle elezioni municipali in Albania nel giugno 1998) e dal 2002 al 2010 ha fatto parte, come componente effettivo, del Comitato delle Regioni.

È stato Vicepresidente Vicario dell’AEM (Associazione Europea Eletti della Montagna), di cui è stato Presidente facente funzioni dall’aprile 2007 al giugno 2008, e oggi fa parte del bureau di presidenza.
E' co-fondatore dell’Associazione Mondiale delle Popolazioni di Montagna (APMM) e membro della rete “Alleanza Mondiale per la Montagna” costituita presso la FAO.

Dal 2003 al 2009 è stato consigliere d’amministrazione del Formez, rivestendone dal 2004 al 2009 la carica di Vicepresidente con delega ai progetti internazionali.

Politicamente è stato iscritto alla Democrazia Cristiana, al Partito Popolare Italiano (di cui è stato responsabile nazionale per le comunità montane dal 1997 al 2000) e a "Democrazia è Libertà - La Margherita", di cui è stato coordinatore provinciale del Verbano Cusio Ossola dal marzo 2007 all'ottobre 2007.

Oggi milita nel Partito Democratico, di cui è uno dei fondatori essendo stato eletto nelle elezioni primarie del 14 ottobre 2007 membro dell'assemblea costituente nazionale nella lista "I democratici per Enrico Letta", conseguendo il miglior risultato percentuale di tutto il Piemonte.
Ha fatto parte della commissione per la redazione del "Manifesto dei Valori" del Partito Democratico. Oggi è membro della Direzione Nazionale del PD.
Dal maggio 2006 all’aprile 2008 è stato consigliere politico e membro di staff del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio on. Enrico Letta.

Laureato a pieni voti in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Pavia, con una tesi di laurea cum laude in storia delle dottrine politiche (prof.ssa Marina Tesoro) dal titolo “Il compromesso storico: radici ideologiche ed iniziative politiche”.

È iscritto all’ordine dei giornalisti, elenco pubblicisti, sezione Piemonte Valle d’Aosta, e svolge attività di dirigente responsabile delle relazioni esterne.

Ha operato per lungo tempo come consulente aziendale, ed ha acquisito notevoli esperienze nel campo del management avendo fatto e facendo parte – anche con incarichi operativi e dirigenziali – di alcuni consigli di amministrazione di società manifatturiere e di servizi.
In particolare dall'agosto 2009 è presidente di "Tecnoparco del Lago Maggiore S.p.A.", la società di gestione del Parco Tecnologico del Lago Maggiore specializzata in energie rinnovabili e in green economy applicata al mondo produttivo ed industriale. Nel 2008 è stato classificato tra i 50 top manager italiani di public management dalla "PA executive conference - FORUM PA" di Roma.
È sposato e ha una bambina.



© Copyright 2011 Enrico Borghi.